Esplora

Un istmo di appena quattro chilometri unisce Sant’Antioco, quarta isola più grande d’Italia, al resto della Sardegna. Venne abitata già dal 2500 a.C., come attestano i circa trenta nuraghi presenti nel territorio: da allora sono passati fenici, cartaginesi, romani, pisani, aragonesi, francesi e persino i pirati, e di tutti, l’isola, conserva traccia.

Puoi ammirarle al museo archeologico, alla Necropoli punica, tra le più importanti del Mediterraneo per la ricchezza architettonica e i numerosi reperti rinvenuti, e al Tophet fenicio, un santuario ricco di utensili legati ai riti di sepoltura.

Non perderti una passeggiata, al mattino presto, sul lungomare accanto al porticciolo: l’arrivo delle barche dei pescatori è annunciato, ancor prima che dalle loro grida, dai chiassosi gabbiani in cerca di pesce. Che il mare sia protagonista indiscusso lo dimostra anche la presenza del MuMA, museo del mare e dei maestri d’ascia.

L’insularità consente di scegliere la spiaggia in cui beneficiare del relax a seconda del vento che qui, è bene saperlo, soffia di frequente: così, il maestrale garantisce il riparo nella costa orientale, da Portixeddu a Capo Sperone passando per MaladroxiaCoecuaddus (fai un salto all’Arco dei Baci!) e Turri. Col levante, invece, meglio la costa ovest verso Calasetta, l’altro paese dell’isola.

E poi ci sono il romantico stagno delle saline coi fenicotteri rosa e, nel punto più alto del centro abitato, la basilica dedicata al santo martire patrono della Sardegna: ogni anno viene festeggiato in primavera, d’estate e in autunno, con gruppi folk, pariglie e concerti.


Scopri il territorio

Acropoli

I suoi resti più antichi risalgono all’età punica, IV sec. A.C., ma venne utilizzata fino all’epoca tardo-romana. Sono ancora visibili …

SCOPRI »

Archivio storico comunale

Sono tanti i motivi per cui assume un’importanza enorme: il più importante è che conserva le copie di documenti della …

SCOPRI »

Arco dei Baci

È il più suggestivo degli anfratti rocciosi che si trovano a Is Praneddas, la località nota per la ricchezza di …

SCOPRI »

Basilica di Sant’Antioco Martire

Eretta intorno al V secolo d. C., è uno dei monumenti più antichi di tutta la regione. Sorge sulla tomba …

SCOPRI »

Biblioteca comunale Palazzo del Capitolo

Venne utilizzato a partire dal ‘700 come cumbessias, ovvero dimore per fedeli in pellegrinaggio durante la festa di Sant’Antioco martire. …

SCOPRI »

Cala della Signora

Il litorale è caratterizzato da un insieme di insenature di rocce chiare e scogli, protetto nelle estremità da due imponenti …

SCOPRI »

Cala Grotta

È una piccola insenatura rocciosa caratterizzata, come suggerisce il nome, da una grande grotta visitabile. Il silenzio qui regna sovrano …

SCOPRI »

Cala Lunga

Un serpentone di circa 70 metri, con sabbia a grani grossi mista a conchiglie e frammenti di corallo: è la …

SCOPRI »

Cala Sapone

Se ami i tramonti mozzafiato, non puoi fare a meno di visitarla, quando a tarda sera il sole infuoca il …

SCOPRI »

Coecuaddus

Un’estesa pineta dà il benvenuto a questa bella spiaggia con distesa di sabbia dorata e acque bassissime trasparenti. Da un …

SCOPRI »

Complesso Nuragico Grutti ‘e Acqua

Un nuraghe complesso, un laghetto nuragico, resti di capanne dell’antico villaggio e un tempio a pozzo dove, con tutta probabilità, …

SCOPRI »

Fonte romana Is Solus

Si tratta dell’unica fontana che per secoli approvvigionò d’acqua l’intera popolazione antiochense e si trova in una delle piazze dello …

SCOPRI »

Forte Sabaudo

Gli antiochensi, esausti dalle numerose incursioni piratesche, chiesero al Governo Sabaudo di provvedere alla difesa dell’isola: la regina Maria Teresa …

SCOPRI »

Maladroxia

Maladroxia è la spiaggia più nota, nonché la più vicina all’istmo che collega l’isola alla Sardegna. È un’onda di sabbia …

SCOPRI »

Menhir Su Para e Sa Mongia

I menhir – monoliti di pietra diffusi in tutta la Sardegna, ascrivibili alla preistoria e considerati luoghi di culto – …

SCOPRI »

MuMA – Museo del Mare e dei Maestri d’ascia

Nell’isola a fortissima vocazione marina non poteva mancare un’intera esposizione dedicata al mare e ai costruttori di barche, i maestri …

SCOPRI »

Museo Archeologico Barreca

La prova che Sant’Antioco è il più antico centro fenicio rinvenuto in Sardegna è anche qui, tra le sale del …

SCOPRI »

Museo Etnografico

A pochi metri dal Villaggio Ipogeo, si trova in un magazzino a corte del ‘700 recentemente ristrutturato, ed espone gli …

SCOPRI »

Necropoli punica di Sulky

Si tratta di una vasta area cimiteriale, fra le più importanti di tutto il Mediterraneo, realizzata dalla comunità punica intorno …

SCOPRI »

Nuraghe S’Ega ‘e Marteddu

Si trova alla foce del rio Maladroxia ed è composto da un mastio, coperto da macchia mediterranea e ben mantenuto, …

SCOPRI »

Portixeddu

Una cala riparata dal maestrale con acque turchesi fino all’orizzonte: per questo è meta ambita di antiochensi e turisti, oltre …

SCOPRI »